Esegui ricerca
 
 
 
Menu

 

Notizie
Gruppo

Restauro della Vittoria Alata di Brescia

di lettura
15 giugno 2019

Il gruppo Camozzi contribuisce al progetto Art Bonus per il recupero artistico della Vittoria Alata, uno dei simboli della città.

Sab 15 Giu -

L’iniziativa, che punta a valorizzare il patrimonio artistico del territorio in cui il Gruppo Camozzi ha costruito la sua storia di successo, ha trovato l'immediato sostegno del Gruppo.

L’intervento conservativo, proposto dalla Fondazione Brescia Musei e dal Comune di Brescia, è iniziato a luglio 2018 con il trasferimento dell’imponente statua di bronzo presso l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze

La dea scolpita in bronzo in epoca romana si ispira a un modello ellenistico del III secolo avanti Cristo. La Vittoria alata è uno dei simboli del Museo di Santa Giulia di Brescia, l’antica Brixia, donata con molta probabilità alla città nel 69 dopo Cristo dall’imperatore Vespasiano dopo la battaglia di Betriacum.

Una equipe interdisciplinare di esperti oltre a indagare le origini dell’Opera sta rinforzando la struttura interna, consolidando ali e braccia e togliendo incrostazini e sedimenti. A febbraio 2020, al termine dei lavori, il grande bronzo archeologico non sarà più a Santa Giulia, ma nel suo luogo d’origine, nella cella destra del Capitolium, su uno speciale basamento antisismico.

Lodovico Camozzi, Presidente e Chief Executive Officer del Gruppo Camozzi ha commentato:

“Siamo molto fieri di aver preso parte al restauro della Vittoria Alata e siamo sempre pronti a restituire al territorio ciò che abbiamo ricevuto per  lasciare un’eredità alle generazioni future.”

Il Gruppo Camozzi condivide la mission della Fondazione Brescia Musei e la sua ambiziosa sfida di rendere accessibili a tutti gli splendidi gioielli del bresciano, su cui è importante investire al fine di promuovere una cultura volta alla conoscenza e al rispetto delle risorse della collettività.

Per approfondimenti: Corriere.it