Esegui ricerca
 
 
 
Menu

 

Notizie
Automation, Gruppo

Doppia operazione con SACE - SIMEST per crescere all’estero

di lettura
24 giugno 2018

Il Gruppo Camozzi ha emesso un’obbligazione da € 12,5 milioni garantita da SACE e stringe una partnership con SIMEST in Cina.

Sab 24 Nov -

Il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cassa depositi e prestiti (Cdp) sostiene lo sviluppo di Camozzi attraverso la sottoscrizione di un bond e attraverso l’investimento in equity.

SACE

Il Fondo Sviluppo Export ha sottoscritto un’obbligazione per 12,512,000 milioni di euro emessi da Camozzi. L’obbligazione, della durata di 6 anni, è interamente garantita da SACE e sottoscritta dal Fondo.

I proventi dell’emissione verranno utilizzati per sostenere il proprio programma di sviluppo sui mercati internazionali principalmente in: Ucraina, Stati Uniti, Cina e Russia.

SIMEST

SIMEST investirà 4,7 milioni di euro in due aziende localizzate in Cina, vicino a Shanghai, specializzate nella componentistica per i sistemi di automazione e interamente controllate dal Gruppo Camozzi.

L’investimento avrà importanti ricadute positive anche in Italia, generando un aumento della domanda dei componenti prodotti negli stabilimenti del Nord Italia.

Il Presidente del Gruppo Lodovico Camozzi, ha così commentato il duplice accordo:

Il supporto di SACE e l'ingresso di SIMEST nel capitale azionario delle società cinesi ci rafforza sotto il profilo istituzionale istituzionale e finanziario e ci permetteranno di essere ancora più competitivi  sui mercati internazionali".

Fondo Sviluppo Export

Nato su iniziativa di SACE e gestito da Amundi SGR, il Fondo Sviluppo Export apre il mercato dei capitali alle imprese esportatrici italiane grazie a una disponibilità di 350 milioni di euro (175 milioni di euro messi a disposizione da SACE e altrettanti finanziati dalla Banca Europea per gli Investimenti, con la garanzia di SACE).

Il Fondo, riservato a investitori professionali, è dedicato all’investimento in titoli obbligazionari secured o unsecured, con cedola a tasso fisso o variabile e con rimborso rateale o a scadenza, emessi da imprese italiane non quotate con vocazione all’export e all’internazionalizzazione. Attraverso le emissioni sottoscritte dal Fondo, sono finanziabili un’ampia gamma di attività:

  • investimenti diretti all’estero, come acquisizioni, fusioni o joint venture
  • investimenti in Italia in ricerca e sviluppo
  • spese per acquisto o rinnovo di macchinari e impianti
  • attività di comunicazione e marketing.